Home Il nido L'educatrice Cos'è Tariffe
Home
Il nido
L'educatrice
Cos'è
Tariffe
Attività
Contatti
 

 

 

 

 

 

 

 
Mi chiamo Paola, sono nata nell'estate del '79 da due splendidi genitori, che non smetterò mai di ringraziare per esser tali, sono cresciuta a Trieste e mi sono diplomata al liceo psico-pedagogico. Dopo il diploma mi sono iscritta alla facoltà di Architettura, mi sono laureata e ho sostenuto l'esame di Stato per Architetti, ma non mi sono mai iscritta all'ordine...
 
...optai infatti per Architettura non perché volessi realmente diventare un architetto, bensì perché desideravo tanto poter, un giorno, rispondere alle domande dei miei figli su quelli che potevano essere i monumenti o i principali edifici che caratterizzano le città del mondo.
 
Forse perché fin da piccola ho viaggiato e visitato le principali capitali europee, imparando a conoscerle a partire dalla storia della loro fondazione, volevo poter trasmettere la stessa passione e le stesse conoscenze ai miei figli. Per tale motivo, anche per la mia Tesi, scelsi un argomento attinente la storia di un luogo e mi indirizzai verso la città che forse amo più di quella mia natia: Grado.
 
E grazie all'architetto gradese Vigilio De Grassi, e al suo archivio, sento di aver conosciuto alcuni "segreti" di Grado, pur non essendoci cresciuta.
 
Altra condizione che sicuramente mi caratterizza è quella di esser mamma di Sofia e Stefano: se non fossi diventata mamma non sarei quello che sono, se non fossi diventata mamma non avrei avuto il privilegio di conoscere così da vicino, e così intensamente, il magnifico e onesto mondo dei bambini. Solo un genitore può capire il trasporto che si prova verso i bambini quando si ha la fortuna di viverci accanto ogni ora della giornata, condividendo con loro tutto, e imparando a rallentare per fermarsi ad ammirare e riscoprire assieme cose ormai scontate.
 
E, se a fare un lavoro che piace non ci si stanca mai, io ho scelto questa strada e ho scelto di percorrerla con le persone più belle che esistono al mondo: così ho deciso di aprire il mio nido famiglia e ho voluto che fosse ad indirizzo Montessori perché credo sia fondamentale trattare i bimbi come se fossero degli adulti, offrendo loro lo stesso rispetto con il quale ci si rivolge a chi è ormai maggiorenne. Per questo ho seguito specifici corsi, organizzati dall’Opera Nazionale Montessori, sia per acquisire la corretta metodologia di presentazione dei vari materiali ai bambini, sia per conoscere i migliori metodi di accoglimento e predisposizione dell’ambiente.
 
 
LA MIA FAMIGLIA
 

“A casa dai nonni” è stato concepito per essere non solamente un nido ma anche un luogo dove il rispetto, la famiglia e la comunicazione sono aspetti fondamentali della routine quotidiana: l’educatrice dedica il tempo necessario per confrontarsi con i genitori in modo da assicurare il pieno benessere dei bambini all’interno del nido, cercando di raggiungere un rapporto di intesa e complicità con i genitori per accogliere i piccoli in un ambiente sereno,  rassicurante e di rispetto.

All’interno della casa i bambini hanno la possibilità di entrare in relazione sia con la figura materna, rappresentata dall’educatrice, sia con quella paterna, rappresentata dal marito della titolare, presente a giorni alterni al nido. Saranno inoltre sempre presenti anche i "nonni dell'asilo", che vivono al pianoterra dell’edificio, e in particolare la nonna che sarà presente al momento della preparazione e somministrazione dei pasti. Il nido sarà aperto anche ai nonni dei piccoli ospiti, previo accordo con l’educatrice, per portare le loro tradizioni locali, o per raccontare una favola ai bimbi.

Ogni famiglia è invitata ad entrare in casa ogni giorno, a seguire i progetti del nido, a partecipare attivamente a tutti i momenti  di crescita, di socializzazione, di gioco e di cura di proprio figlio. Nell’arco dell’anno saranno organizzate giornate di incontro, feste di compleanno e serate educative con esperti del settore 0-3 anni.

Home | Il nido | L'educatrice | Cos'è | Tariffe
Site Map